Trying to find the sun Chapters XVI

Non ridurre la tua vita ad un evento doloroso!

6 febbraio

Ieri c’è stata la mediazione in Tribunale per la causa di successione, non merita alcun commento.

8 febbraio

Questa notte alle 4 partirò, torno a casa dopo dieci anni.

13 febbraio

Tornata, dopo nove interminabili ore di viaggio.

La macchina è andata in testa coda durante il percorso di ritorno, grandinava, la strada era bagnata, ero stanca, mi sono distratta, alla fine per fortuna ho ripreso il controllo dell’auto.

Oggi combatto con i sintomi dell’influenza.

Sono stati giorni intensi quelli trascorsi a casa, ho rivisto i miei genitori, mia zia, Dario, Andrea, Maria ed altri amici, è stato bello festeggiare insieme il compleanno.

18 febbraio ore 00.28

Amo questo nuovo diario di pelle rossa con le pagine di pergamena gialla, acquistato durante il viaggio come regalo di compleanno, insieme ad un caleidoscopio artigianale.

Il viaggio è stato intenso, ricco di emozioni, anche inattese.

Amelìe è in braccio rilassata e felice, le sono mancata.

Venderò l’auto di Federico, ha perso di valore nell’ultimo anno, inoltre non posso più custodirla nel garage dove è rimasta in questi mesi, evito di descrivere come mi è stato comunicato che dovevo liberare il magazzino, le persone a volte ti sorprendono e non positivamente.

24 febbraio

Ho visto un film che mi è piaciuto davvero tanto: “il diario dell’amore”.

27 febbraio

Il 25 sono stata fuori città ad una riunione con Elisa.

17 marzo

Negli scorsi giorni c’è stata la seconda seduta di mediazione, non ci sono parole per descrivere lo squallore della situazione che sto vivendo in relazione alla successione di Federico.

31 marzo

Combatto contro la depressione, farò di tutto per non lasciarmi andare.

C’è stata la terza ed ultima seduta di mediazione, che ovviamente si è conclusa negativamente.

13 aprile

Mercoledì ho recitato daimoku per tre ore, poi sono andata alla riunione.

Ieri ero stanchissima, oggi mi sento un po’ meglio.

“Tutto può trasformarsi in una sconfitta se si preoccupa esclusivamente del suo karma e permetterà ad esso di renderla infelice” D. Ikeda

Non voglio essere più infelice di quanto non mi abbia già reso la perdita di Federico.

18 aprile

Conclusa la seconda ora di daimoku giornaliera, Andrea è a Torino per lavoro, il tempo è autunnale più che primaverile.

Domenica arriverà mamma con Maria.

In parte sento di aver vinto: oggi ho provato gratitudine per mia suocera nonostante tutto, non merito l’attuale trattamento da parte della famiglia di Federico, ma prima o poi finirà, tutto è impermanente! Vincerò su me stessa, sulle preoccupazioni e sulle sofferenze.

Il daimoku al momento è indirizzato a capire quali siano le azioni più sagge da intraprendere.

E’ un peccato ridurre la vita ad un evento doloroso, mantieni un atteggiamento positivo, senza lasciarti sconfiggere qualunque cosa accada.” D. Ikeda

Mi ripeto queste parole ogni giorno e cerco di farle mie.

28 aprile

Ieri ho ricevuto una telefonata da Firenze, mi hanno letto un messaggio del Presidente Ikeda, in risposta alla lettera che ho inviato qualche settimana fa.

1 maggio

Mamma è rimasta con me dal 22 al 30 di aprile, è stato bello.

In questi giorni si è svolta la prima udienza della causa, le prime decisioni non sono quelle che mi auguravo, continuo a recitare daimoku.

17 maggio

Dal 13 sto recitando daimoku per la felicità di mia suocera, non è facile.

Continuo a combattere contro la depressione, credevo di essermela lasciata alle spalle, non è così.

7 luglio

Ho letteralmente riempito i mesi di maggio e giugno con la recitazione del daimoku.

Non scrivo da tanto, sono stata impegnata nell’istruzione della causa, ovviamente è doloroso.

Mi è stata affidata la responsabilità del gruppo buddista della città, insieme ad Elisa, l’avevo lasciata 8 anni or sono dopo averla mantenuta per oltre dieci anni, in quel periodo volevo dedicarmi al lavoro come non avevo mai fatto, questo è il momento di riprenderla.

Recito tantissimo daimoku, frequento sistematicamente le riunioni, studio, presto attenzione a quello che mangio, insomma cerco di prendermi cura di me stessa.

Giugno per fortuna non è stato troppo caldo, ora la temperatura è aumentata e come sempre la mia pressione è crollata.

Faccio di tutto per incoraggiare me stessa, ho cercato persino di guardare la mia situazione come se non mi riguardasse e ho scritto una guida da seguire, questi sono alcuni dei punti:

“Ora ti senti sconfitta, pensi che non ci sia più niente da fare, ma questa è solo una tua percezione, dipende dal tuo stato vitale e comunque anche se fosse la realtà tu puoi sempre trasformarla.

Devi vincere alla fine e non sei arrivata alla fine.  Sviluppa un profondo rispetto per la tua vita.

Le preoccupazioni e le paure imprigionano la tua vita, affossano i tuoi obiettivi, li soffocano, liberatene, lasciali andare, falli sciogliere come neve al sole, sono un bagaglio pesante che ti impedisce di procedere. E’ come se ti legassero al passato, alla tristezza, tu meriti di essere felice.

Ansie e preoccupazioni vengono dalla tua parte oscura, l’arroganza, il potere e la furbizia di alcuni, dai quali ora ti senti schiacciata, conducono alla sofferenza chi li esercita, dovresti provare compassione per chi agisce in questo modo, perché non fa altro che porre cause negative.

Tu hai tutta la forza che ti serve dentro di te.

Controlla la tua mente e non permettere ai pensieri negativi di controllarti.

La paura può essere illuminata, puoi decidere di non subirla, di non permetterle di farti dubitare di te stessa.

Sei preoccupata per il futuro, ma ti stai preoccupando solo in base ad un pensiero, al pensiero di come potrebbe essere il tuo futuro, un pensiero è solo un pensiero, il futuro non è ancora scritto!

Decidi ora che ce la farai, decidi ora che non ti farai sconfiggere da un pensiero, i pensieri li puoi trasformare subito.

Conta solo il momento presente e nel presente tu puoi scegliere i tuoi pensieri.

Impegnati fino in fondo nelle cose che hai da fare, non importa se sembrano piccole o insignificanti.

Il futuro dipende da te, dalle cause che poni oggi, non è determinato, impegnati quindi a mettere buone cause ogni giorno, recita daimoku per far emergere saggezza, non dare ascolto alla tua parte oscura.

Guarda le cose con occhi nuovi, con occhi diversi e come dice Sensei: “Non cercare di trarre conclusioni logiche sulla base della realtà degli eventi, perché non esiste niente di definitivo e di irreversibile”

Testo di GiuliaClaudia Ferrari

tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Ogni diritto sul presente lavoro è riservato ai sensi della normativa vigente. La traduzione, l’adattamento, l’elaborazione, la riproduzione con qualsiasi mezzo (compresa la memorizzazione elettronica), totali o parziali, di tutto il materiale contenuto in questo sito sono riservati per tutti i paesi. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, del materiale contenuto in questo sito, sono espressamente vietati in assenza di una autorizzazione scritta degli autori,  fatte salve le spettanze di diritto. Il contenuto di questo sito (testo, loghi, le immagini, impaginazioni grafiche ) sono di esclusiva proprietà degli autori e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali a tutela del diritto d’autore. Se fosse stato pubblicato via web o a mezzo stampa materiale tratto dal presente sito, soggetto a copyright o in violazione alla legge, si prega gli utenti che ne fossero a conoscenza di comunicarlo all’indirizzo mail degli autori, che é indicato nella pagina contatti del presente sito.